Diritti interna

Doveri interna

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Comunicazione e diffusione

Voce: Telecomunicazioni e reti telematiche > Casi particolari > E-mail e spamming > Profili generali

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1147192
Data:
01/01/04
Tipologia:
Massimario

DOCUMENTI CITATI


"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività" - Collana Contributi

"Massimario 2002" - Collana Contributi

"Massimario 2003" - Collana Contributi

Massime tratte dai volumi:
"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività"
 | "Massimario 2002" |
"Massimario 2003"
di Fabrizia Garri*, Luigi Pecora, Giuseppe Staglianò
cura editoriale di Maurizio Leante
* co-autore volumi 2002 e 2003

La pubblicazione parziale o integrale delle massime, in qualsiasi formato, è autorizzata a condizione che venga citata la fonte in maniera evidente e contestuale

| Indice generale 1997 - 2003 |


TELECOMUNICAZIONI E RETI TELEMATICHE > Casi particolari > E-mail e spamming > Comunicazione e diffusione

L´inoltro ad un indirizzo di posta elettronica di un messaggio contenente l´invito ad inserirsi in un meccanismo per l´invio sistematico di e-mail al fine di conseguire benefici economici (attraverso il sistema multilivello denominato "MLM American System"), ove pure effettuato per motivi esclusivamente personali, non può sottrarsi all´integrale applicazione della normativa a tutela della riservatezza, in quanto attiva, per sua natura, una comunicazione sistematica di dati personali degli interessati. Il relativo ricorso proposto al Garante è quindi ammissibile.

  • Garante 6 giugno 2002, in Bollettino n. 29, pag. 78 [doc. web n. 1064391]

L´indirizzo e-mail contenuto in un sito Internet liberamente accessibile non può essere considerato un "dato pubblico". Ne consegue, quindi, che esso non può essere utilizzato anche per finalità diverse da quelle specifiche in relazione alle quali è stato reso disponibile (nella specie si trattava dell´utilizzazione, mediante diffusione nella rete, di un indirizzo e-mail di un professore dell´università di Milano, disponibile sul sito istituzionale dell´ateneo)

  • Garante 31 luglio 2002, in Bollettino n. 30, pag. 3 [doc. web n. 1065798]

L´invio di e-mail, per mezzo di un meccanismo automatico di trasmissione, attiva per sua natura una comunicazione sistematica di dati personali degli interessati a cui si applicano le norme poste a tutela dei dati personali

  • Garante 16 ottobre 2002, in Bollettino n. 32, pag. 90 [doc. web n. 1066618]
  • Garante 16 ottobre 2002, in Bollettino n. 32, pag. 104 [doc. web n. 1066642]
  • Garante 16 ottobre 2002, in Bollettino n. 32, pag. 107 [doc. web n. 1066646]
  • Garante 16 ottobre 2002, in Bollettino n. 32, pag. 111 [doc. web n. 1066655]
  • Garante 30 ottobre 2002, in Bollettino n. 32, pag. 109 [doc. web n. 1066650]

L´inoltro ad un indirizzo di posta elettronica di un messaggio contenente l´invito ad inserirsi in un meccanismo per l´invio sistematico di e-mail al fine di conseguire benefici economici (attraverso il sistema multilivello denominato "MLM American System") non può sottrarsi all´integrale applicazione della normativa a tutela della riservatezza, in quanto attiva, per sua natura, una comunicazione sistematica di dati personali degli interessati. Il relativo ricorso proposto al Garante è quindi ammissibile.

  • Garante 30 settembre 2002, in Bollettino n. 31, pag. 142 [doc. web n. 1066385]
  • Garante 8 novembre 2002 [doc. web n. 1067380]
  • Garante 8 novembre 2002 [doc. web n. 1067390]
  • Garante 8 novembre 2002 [doc. web n. 1067402]
  • Garante 21 novembre 2002 [doc. web n. 1067349]


L´inoltro ad un indirizzo di posta elettronica di un messaggio contenente l´invito ad inserirsi in un meccanismo per l´invio sistematico di e-mail al fine di conseguire benefici economici (attraverso il sistema multilivello denominato "MLM American System") non può sottrarsi all´integrale applicazione della normativa a tutela della riservatezza, in quanto attiva, per sua natura, una comunicazione sistematica di dati personali degli interessati. Il relativo ricorso proposto al Garante è quindi ammissibile.

  • Garante 21 marzo 2003 [doc. web n. 1068242]
  • Garante 7 maggio 2003 [doc. web n. 1069109]
  • Garante 5 giugno 2003 [doc. web n. 1132617]
  • Garante 18 giugno 2003 [doc. web n. 1132668]
  • Garante 18 giugno 2003 [doc. web n. 1132609]


L´invio di un messaggio di posta elettronica concernente l´invito ad inserirsi in un meccanismo per l´invio sistematico di e-mail al fine di conseguire benefici economici, in quanto diretto a sviluppare una procedura di marketing multilivello che attiva, per sua natura, una comunicazione sistematica di dati personali a scopo di possibile lucro, non può essere qualificato alla stregua di un trattamento per fini "eclusivamente personali"; nei suoi confronti trova quindi integrale applicazione la normativa in materia di dati personali.

  • Garante 20 febbraio 2003 [doc. web n. 1068008]


L´invio di e-mail per mezzo di un meccanismo automatico di trasmissione, anche ove provenga da persone fisiche, attiva una comunicazione sistematica di dati al cui trattamento si applicano le disposizioni poste a tutela del trattamento dei dati personali (fattispecie relativa all´invio di e-mail ad indirizzi composti in automatico da un apposito sistema, contenenti l´invito ad aderire al sistema "Mlm" che sviluppa una procedura di marketing multilivello).

  • Garante 23 aprile 2003 [doc. web n. 1079230]


L´inoltro ad un indirizzo di posta elettronica di un messaggio contenente l´invito ad inserirsi in un meccanismo per l´invio sistematico di e-mail al fine di conseguire benefici economici (attraverso il sistema multilivello "MLM"), in quanto diretto a sviluppare una procedura che attiva, per sua natura, una comunicazione sistematica di dati personali a scopo di possibile lucro, non può essere qualificato alla stregua di un trattamento per fini "esclusivamente personali" e non può quindi sottrarsi all´integrale applicazione della normativa a tutela della riservatezza. Conseguentemente, il relativo ricorso proposto al Garante è ammissibile.

  • Garante 21 maggio 2003 [doc. web n. 1128979]


La diffusione, tramite pubblicazione in un sito Internet, degli indirizzi di posta elettronica dell´interessato, senza il suo consenso, è illecita. A richiesta dell´interessato, essi vanno cancellati.

  • Garante 1 ottobre 2003 [doc. web n. 1082635]