Diritti interna

Diritti - Come tutelare i tuoi dati

Doveri interna

Doveri - Come trattare correttamente i dati

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari delle province- Schede da n. 6 a n. 10 [1176115]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1176115
Data:
19/09/05
Argomenti:
Dati giudiziari , Particolari categorie di dati , Pubblica Amministrazione , Enti locali

 

[doc. web n. 1176115]

Parere 7 settembre 2005
doc. web n. 1174562

Schema tipo di regolamento
doc. web n. 1175684

Schede 1-511-15

cfr. Provvedimento 30 giugno 2005
doc. web n. 1144445

 

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari delle province- Schede da n. 6 a n. 10

 

Scheda n. 6


Denominazione del trattamento
Gestione delle attività relative all´incontro domanda/offerta di lavoro, comprese quelle relative alla formazione professionale

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 23.12.1997, n. 469 "Conferimento alle regioni e agli enti locali di funzioni e compiti in materia di mercato del lavoro, a norma dell´articolo 1 della L. 15 marzo 1997, n. 59"; l. 12.03.1999, n. 68 ; "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"; d.lg. 31.03.1998, n. 112 "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59" (art. 143); l. 19.07.93, n. 236 "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 20 maggio 1993, n. 148, recante interventi urgenti a sostegno dell´occupazione"; l. 08.03.2000 n. 53 "Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città"; d.lg. 21.04.2000 n. 181 "Disposizioni in materia di incontro fra domanda e offerta di lavoro in attuazione dell´art. 45, comma 1, lett. a), l. 17 maggio 1999, n. 144"; d.lg. 25.07.1998 n. 286 "Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell´immigrazione e norme sulla condizione dello straniero"; d.lg. 10.09.2003, n. 276, "Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla L. 14.02.2003 n. 30"; l. 24.06.1997, n. 196 "Norme in materia di promozione dell´occupazione"; d.P.R. 07.07.2000, n. 442 "Regolamento recante norme per la semplificazione del procedimento per il collocamento ordinario dei lavoratori, ai sensi dell´articolo 20, comma 8, della legge n. 15 marzo 1997, n. 59";  l. 02.08.1999, n. 263 "Conversione in legge, con modificazioni, del dl 214/99, recante disposizioni urgenti per disciplinare la soppressione degli uffici periferici del Ministero del lavoro e della previdenza sociale per incentivare il ricorso all´apprendistato. Modifiche alla l. n. 144/99"; l. 23.07.1991, n. 223 "Norme in materia di cassa integrazione, mobilità, trattamenti di disoccupazione, attuazione di direttive della Comunità europea, avviamento al lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro"; l. 17.05.1999, n. 144 "Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli investimenti all´occupazione e della normativa che disciplina l´INAIL, nonché disposizioni per il riordino degli enti previdenziali"; d.lg 19.12.2002, n. 297 "Disposizioni modificative e correttive del Dlgs 21 aprile 2000, n. 181, recante norme per agevolare l´incontro tra domanda e offerta di lavoro, in attuazione dell´articolo 45, comma 1, lettera a) della l. n. 17 maggio 1999, n. 144"; d.lg. 15.04.2005, n. 76 "Definizione delle norme generali sul diritto-dovere all´istruzione e alla formazione, a norma dell´articolo 2, comma 1, lettera c), della l. n. 28 marzo 2003, n. 53"; d.lg. 15.04.2005, n. 77 "definizione delle norme generali relative all´alternanza scuola-lavoro, a norma dell´articolo 4 della l. n. 28 marzo 2003, n. 53", legge regionale; regolamento provinciale in materia di organizzazione e personale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Supporto al collocamento e all´avviamento al lavoro, in particolare a cura di centro di iniziativa locale per l´occupazione e di sportelli-lavoro (art. 73, comma 2, lett. i), d.lg. n. 196/2003) e attività relativa alla cura dell´integrazione sociale, nonché del collocamento obbligatorio nei casi previsti dalla legge (art. 86, comma 1, lett. c), par. 2, d.lg. n. 196/2003)


Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine   |X| razziale   |X| etnica
  Stato di salute  |X| patologie attuali  |X|  patologie pregresse
  Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), del d.lg. n. 196/2003)  |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|  presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|  in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): |X|  interconnessioni e raffronti, comunicazione (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessioni e raffronti di dati:

|X| con altri trattamenti o banche dati dello stesso ente (specificare quali ed indicarne i motivi): Ufficio del Personale (ai fini del reclutamento del personale)

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): comuni della provincia per il coordinamento degli sportelli anagrafe del lavoro e degli sportelli decentrati (ai sensi del d.lg. 469/1997), nonché regione ed operatori pubblici e privati accreditati o autorizzati nell´ambito della Borsa continua nazionale del lavoro (ai sensi del d.lg. n. 276/2003) limitatamente alle informazioni indispensabili all´instaurazione di un rapporto di lavoro

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): |X| centri di formazione professionale, associazioni e cooperative del terzo settore, aziende per inserimento al lavoro o alla formazione limitatamente ai dati indispensabili alla frequenza di corsi di qualificazione professionale

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati necessari per instaurare un rapporto di lavoro vengono trattati dai centri per l´impiego; le informazioni vengono messe a disposizione dall´interessato ovvero sono raccolte su sua richiesta da terzi (ASL, sportelli decentrati, Centri Impiego di altre Province, associazioni e patronati ) al fine di svolgere una corretta funzione di incontro tra domanda e offerta di lavoro. I dati relativi agli iscritti negli elenchi di disoccupazione vengono confrontati con le richieste che provengono dai soggetti che offrono opportunità lavorative, al fine di avviare le procedure di collocamento; i dati possono essere altresì utilizzati per la predisposizione di corsi di formazione, tirocini o colloqui di orientamento. Possono essere effettuati interconnessioni con i comuni della provincia, la regione e gli operatori pubblici e privati ai fini dell´attuazione della disciplina in materia di collocamento e mercato del lavoro. Vengono inoltre comunicati a centri di formazione professionale, associazioni e cooperative del terzo settore ed aziende che gestiscono programmi di inserimento al lavoro o di formazione ai fini dell´attuazione della disciplina in materia di formazione professionale.


Scheda n. 7


Denominazione del trattamento
Gestione del contenzioso - attività relative alla consulenza giuridica, nonché al patrocinio ed alla difesa in giudizio dell´amministrazione

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
Codice penale, Codice Civile, Codice di procedura civile, Codice di procedura penale; leggi sulla giustizia amministrazione; d.lg. 18.08.2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull´ordinamento degli enti locali"; d.lg. 30.03.2001, n. 165 "Norme generali sull´ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche"; CCNL; legge regionale; regolamento provinciale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Finalità volte a fare valere il diritto di difesa in sede amministrativa e/o giudiziaria (art. 71, d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale  |X| etnica     
  Convinzioni  |X| religiose,  |X| filosofiche,  |X| d´altro genere   
  Convinzioni  |X| politiche,  |X| sindacali    
  Stato di salute  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| dati sulla salute relativi ai familiari del dipendente
  Vita sessuale  |X|      
  Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) |X|

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|  presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|  in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): |X| interconnessioni e raffronti, comunicazione (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessioni e raffronti di dati:

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): |X| Autorità giudiziaria, avvocati e consulenti tecnici incaricati della tutela giuridica dell´ente, assicurazioni, Inail, Inpdap,  enti di patronato, sindacati, incaricati di indagini difensive proprie e altrui, società di riscossione tributi/sanzioni, Arpa, consulenti della controparte (per le finalità di corrispondenza sia in fase pregiudiziale, sia in corso di causa, per la gestione dei sinistri causati direttamente o indirettamente a terzi)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Vengono effettuate la raccolta, la consultazione e l´elaborazione dei dati dell´interessato ed, eventualmente, anche di informazioni sulla salute relativi ai familiari del dipendente,  nell´ambito di pareri resi all´Amministrazione, così come nell´ambito di scritti difensivi prodotti in giudizio e nelle sentenze. I  dati, oltre ad essere raccolti dagli interessati, vengono raccolti anche da terzi (Autorità giudiziaria, avvocati e consulenti incaricati della tutela giuridica dell´ente, Arpa).
Vengono effettuati eventuali raffronti ed interconnessioni con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni è finalizzato esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000. Gli stessi possono essere comunicati agli uffici competenti per la relativa trattazione amministrativa, all´Autorità giudiziaria (che può anche comunicarli all´ente), al professionista per un´eventuale attribuzione di incarico; all´Inail, all´Inpdap, agli enti di patronato ed ai sindacati (incaricati di indagini difensive proprie e altrui); alle società di riscossione tributi/sanzioni, all´Arpa, nonché al consulente della controparte (per le finalità di corrispondenza sia in fase pregiudiziale, sia in corso di causa, nonché per  la gestione dei sinistri causati direttamente o indirettamente a terzi).
I dati riguardano ogni fattispecie che possa dare luogo ad un contenzioso: la gestione del personale, le sanzioni amministrative irrogate dall´ente, gli illeciti amministrativi e penali connessi a specifiche  funzioni ispettive dell´ente.


Scheda n. 8


Denominazione del trattamento
Attività di erogazioni e benefici a vario titolo a sostegno di singoli o famiglie in campo sociale, erogazioni e attività a sostegno di imprese nel settore dello sviluppo  economico

Fonte normativa  (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 08.11.2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali"; l. 06.03.1998, n. 40 "Disciplina dell´immigrazione e norme sulla condizione dello straniero"; l. 28.08.1997, n. 285 "Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l´infanzia e l´adolescenza"; d.lg. 18.08.2000, n. 267 "Testo unico delle legge sull´ordinamento degli enti locali"; l. 24.11.1981, n. 689 "Modifiche al sistema penale"; d.P.R. 07.04.2000, n. 118 "Regolamento recante norme per la semplificazione del procedimento per la disciplina degli albi dei beneficiari di provvidenze di natura economica, a norma dell´articolo 20, comma 8, della L. 15 marzo 1997, n. 59"; legge 05.02.1992, n. 104 "Legge quadro sull´handicap"; d.lg. 15.11.1993, n. 507 "Revisione ed armonizzazione dell´imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, della tassa per l´occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province nonché della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a norma dell´art. 4 della L. 23 ottobre 1992, n. 421, concernente il riordino della finanza territoriale (artt. 58-81)";  legge regionale; regolamento provinciale.

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Concessione, liquidazione, modifica e revoca di benefici economici, agevolazioni, elargizioni, altri emolumenti ed abilitazioni (art. 68, d.lg. n. 196/2003); applicazione delle disposizioni in materia di tributi (art. 66, d.lg. n. 196/2003).

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale  |X| etnica    
  Convinzioni   |X| religiose      
  Convinzioni   |X| politiche      
  Stato di salute:  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| dati sulla salute relativi ai familiari dell´interessato
  Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma l, lett. e), d.lg. n. 196/2003)  |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|  presso gli interessati |X|  presso terzi
  Elaborazione:    |X|  in forma cartacea |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): |X| interconnessioni e raffronti, comunicazione, diffusione (come di seguito individuate)


Particolari forme di elaborazione

 Interconnessioni e raffronti di dati:

|X| con altri trattamenti o banche dati dello stesso ente (specificare quali ed indicarne i motivi): Ufficio Personale, centro per l´impiego (per il supporto al collocamento)

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): |X| enti, imprese, associazioni convenzionate, cooperative sociali, organismi di volontariato e  Asl (limitatamente ai dati indispensabili all´erogazione del servizio)

 Diffusione (specificare l´ambito ed indicare l´eventuale base normativa): |X| pubblicazione delle delibere ai sensi del d.P.R. n. 118/2000, fermo restando il divieto di diffondere i dati sulla salute ai sensi dell´art. 22, comma 8, del d.lg. n. 196/2003

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati vengono forniti dall´interessato, che presenta un´apposita istanza per la fruizione dei servizi corredata dalla necessaria documentazione; solo in tal caso possono essere raccolte ulteriori informazioni  dall´Autorità   giudiziaria, dal Comune o dalla Camera di commercio. La documentazione presentata può evidenziare anche informazioni sulla salute relativi ai familiari dell´interessato. L´Ufficio preposto provvede all´erogazione dei benefici dopo aver verificato il possesso del requisito richiesto; in particolare, al fine di controllare le dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000,  i dati vengono raffrontati con quelli  detenuti da amministrazioni e gestori di pubblici servizi. Successivamente i dati vengono comunicati agli enti, alle imprese, alle associazioni convenzionate, alle cooperative sociali, agli organismi di volontariato e alle Asl,  che  provvedono eventualmente all´erogazione del servizio. Con riferimento alle attività relative alla concessione di benefici, sia in campo sociale che nel campo dello sviluppo economico, il trattamento dei dati si rende necessario sia per la concessione o l´assegnazione degli stessi, sia per la predisposizione delle graduatorie, che vengono rese pubbliche ove previsto dalla relativa normativa, fermo restando il divieto di diffondere i dati sulla salute ai sensi dell´art. 22, comma 8, del d.lg. n. 196/2003.


Scheda n. 9


Denominazione del trattamento
Attività di controllo e vigilanza in materia ambientale effettuata dai corpi di polizia provinciale, dalle guardie venatorie, dal personale di vigilanza volontario e uffici preposti


Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
R.d. 08.10.1931, n. 1604 "Testo Unico sulla Pesca"; r.d. 22.11.1914, n. 1486 "Regolamento per la pesca fluviale e lacuale",  Codice di procedura civile, l. 24.11.1981, n. 689 "Modifiche al sistema penale"; d.lg. 18.08.2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull´ordinamento degli enti locali"; d.lg. 05.02.1997, n. 22 (decreto Ronchi) "Attuazione delle direttive 91/156/CEE sui rifiuti, 91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e 94/62/CE sugli imballaggi e sui rifiuti di imballaggio"; d.lg. 11.05.1999 n. 152 "Disposizioni sulla tutela delle acque dall´inquinamento e recepimento direttive CEE"; l. 21.11.2000, n. 353 "Legge-quadro in materia di incendi boschivi"; l. 14.08.1991, n. 281 "Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo"; d.P.R. 24.5.1988, n. 203 "Attuazione delle direttive CEE numeri 80/779, 82/884, 84/360 e 85/203 concernenti norme in materia di qualità dell´aria, relativamente a specifici agenti inquinanti, e di inquinamento prodotto dagli impianti industriali, ai sensi dell´art. 15 della L. 16 aprile 1987, n. 183"; l. 26.10.1995, n. 447 "Legge-quadro sull´inquinamento acustico"; r.d. 11.12.1933, n. 1775 "Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici"; d.lg. 22.1.2004, n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell´articolo 10, della legge n.137 del 6 luglio 2002"; l. 23.03.2001, n. 93 "Disposizioni in campo ambientale"; l. 11.02.1992, n. 157 "Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio"; d.P.R. 09.04.1959, n. 128 "Norme di polizia delle miniere e delle cave"; d.lg. 31.3.1998, n. 112 "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni e agli enti locali in attuazione del Capo I della legge n.59/97"; r.d. 18.06.1931, n. 773, "Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza"; d.P.R. 10.06.1955, n. 987, "Decentramento di servizi del Ministero dell´agricoltura e delle foreste"; l. 07.03.1986, n. 65, "Legge-quadro sull´ordinamento della polizia municipale"; legge regionale; regolamento provinciale.

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Attività di polizia amministrativa locale, con particolare riferimento ai servizi di igiene, di polizia mortuaria e ai controlli in materia di ambiente, tutela delle risorse idriche e difesa del suolo (art. 73, comma 2, lett. f), d.lg. n. 196/2003)


Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

Stato di salute |X| patologie attuali

Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:   |X|  presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:   |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare):|X| interconnessioni e raffronti, comunicazione (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessioni e raffronti di dati:

|X| con altri trattamenti o banche dati dello stesso ente (specificare quali ed indicarne i motivi): uffici interni (per l´espletamento delle pratiche relative all´irrogazione delle sanzioni amministrative); Avvocatura (in caso di opposizione all´ordinanza ingiunzione)

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): |X| ARPA - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (per gli accertamenti previsti dalla normativa sull´inquinamento)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Gli appartenenti ai reparti o corpi di polizia provinciale, le guardie  volontarie in materia ittico-venatoria e gli altri addetti ai controlli in materia ambientale previsti per legge raccolgono  e registrano i dati sanitari e giudiziari desunti da irregolarità diverse e, successivamente, li comunicano all´ARPA (per gli accertamenti previsti dalla normativa sull´inquinamento), agli uffici interni (al fine di contestare la violazione amministrativa ed instaurare il relativo procedimento sanzionatorio), ai legali interni o esterni (in caso di opposizione all´ordinanza ingiunzione). Vengono effettuate interconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni è finalizzato esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000.


Scheda n. 10


Denominazione del trattamento
Attività in materia di sicurezza stradale effettuate dai corpi di polizia provinciale

Fonte normativa  (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 30.04.1992, n. 285, "Nuovo codice della strada" (artt. 11 – 12); d.P.R. 16.12.1992, n. 495 "Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada"; legge regionale; regolamento provinciale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Attività di polizia amministrativa (art. 73, comma 2, lett. f), d.lg. n. 196/2003).

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Stato di salute  |X| patologie attuali  |X| terapie in corso
  Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|  presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|  in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare):|X| interconnessioni e raffronti, comunicazione (come di seguito individuate)


Particolari forme di elaborazione

 Interconnessioni e raffronti di dati:

|X| con altri trattamenti o banche dati dello stesso ente (specificare quali ed indicarne i motivi): avvocatura (per la trattazione, giudiziale o stragiudiziale, del sinistro);

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000;

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): |X|

a) società assicurative (nei casi consentiti dalla legge);

b) familiari delle persone coinvolte (nei casi consentiti dalla legge);

c) eventuale legale esterno incaricato della trattazione (giudiziale o stragiudiziale) del sinistro.

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati vengono acquisiti dall´interessato, ovvero da ASL ed ospedali, in occasione di controlli ordinari ovvero di incidenti e/o infortuni verificatisi nell´ambito del territorio di competenza provinciale; gli stessi servono per l´accertamento dei fatti. A tal fine vengono acquisiti presso ASL e ospedali i dati prognostici delle persone coinvolte. Vengono verbalizzati i fatti e contestate le eventuali violazioni amministrative ed in caso di illeciti penali, o che comportino provvedimenti sui permessi di guida, i dati rilevati sono trasmessi rispettivamente all´Autorità giudiziaria ed ai soggetti interessati a vario titolo (società assicurative, familiari dell´interessato) nei casi consentiti dalla legge. Vengono effettuate interconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni è finalizzato esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000.