Diritti interna

Diritti - Come tutelare i tuoi dati

Doveri interna

Doveri - Come trattare correttamente i dati

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari dei comuni - Schede da n. 31 a n. 35 [1176166]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1176166
Data:
19/09/05
Argomenti:
Dati giudiziari , Particolari categorie di dati , Pubblica Amministrazione , Enti locali

 

[doc. web n. 1176166]

 Parere 21 settembre 2005
doc. web n. 1170239

Schema tipo di regolamento
doc. web n. 1174532

Schede 1-56-1011-1516-2021-2526-30

cfr. Provvedimento 30 giugno 2005
doc. web n. 1144445

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari dei comuni - Schede da n. 31 a n. 35

 

Scheda n. 31


Denominazione del trattamento
Politiche del lavoro - Gestione delle attività relative all´incontro domanda/offerta di lavoro, comprese quelle relative alla formazione professionale

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 8.11.1991, n. 381; l. 24.06.1997, n. 196; d.lg. 23.12.1997, n. 469; l. 12.03.1999, n. 68; l. 17.05.1999, n. 144; l. 20.02.2003, n. 30; d.lg. 10.09.2003, n. 276; d.lg. 31.03.1998, n. 112; d.lg. 21.04.2000, n. 181; d.lg. 15.04.2005, n. 76; d.lg. 25.07.1998, n. 286; leggi regionali

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Supporto al collocamento e all´avviamento al lavoro, in particolare a cura di centro di iniziativa locale per l´occupazione e di sportelli-lavoro (art. 73, comma 2, lett. i) del d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale  |X| etnica
  Stato di salute  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse
  Dati di carattere giudiziario  (art. 4 comma 1, lett. e) d.lg. 196/2003) |X| 

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

 Raccolta  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
 Elaborazione  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

 Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): interconnessioni e raffronti, comunicazioni (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessione e raffronti di dati:

|X|   con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): provincia per il coordinamento degli sportelli anagrafe del lavoro e degli sportelli decentrati (ai sensi del d.lg. 469/1997), nonché regione ed operatori pubblici e privati accreditati o autorizzati nell´ambito della Borsa continua nazionale del lavoro (ai sensi del d.lg. n. 276/2003) limitatamente alle informazioni indispensabili all´instaurazione di un rapporto di lavoro.

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): Centri di formazione professionale, associazioni e cooperative terzo settore, aziende per inserimento al lavoro o alla formazione (limitatamente alle informazioni indispensabili all´instaurazione del rapporto di lavoro).

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Il trattamento concerne tutti i dati utili ad inserire gli utenti in un percorso di orientamento/formazione all´occupazione; i dati possono essere altresì utilizzati per la predisposizione di corsi di formazione, tirocini o colloqui di orientamento. I dati pervengono dagli interessati ovvero sono raccolti su sua richiesta da terzi. Possono essere effettuati interconnessioni con la provincia, la regione e gli operatori pubblici e privati ai fini dell´attuazione della disciplina in materia di collocamento e mercato del lavoro. I dati, inoltre, vengono comunicati a centri di formazione professionale, associazioni e cooperative del terzo settore ed aziende che gestiscono programmi di inserimento al lavoro o di formazione ai fini dell´attuazione della disciplina in materia di formazione professionale.

 

Scheda n. 32


Denominazione del trattamento
Gestione dei dati relativi agli organi istituzionali dell´ente, dei difensori civici, nonché dei rappresentanti dell´ente presso enti, aziende e istituzioni

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 18.08.2000, n. 267 (artt. 55 e ss.); l. 25.03.1993, n. 81; l. 30.04.1999, n. 120; l. 5.07.1982, n. 441; d.P.R. 16.05.1960, n. 570; l. 19.03.1990 n. 55 (art. 15); l. 14.04.1982, n. 164

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Applicazione della disciplina in materia di elettorato attivo e passivo, esercizio del mandato degli organi rappresentativi e di affidamento di incarichi di rappresentanza in enti, aziende e istituzioni (art. 65, comma 1, lett. a), 2, lett. c) ed e), d.lg. n. 196/2003) nonché accertamento dei requisiti di onorabilità e di professionalità per le nomine a cariche direttive di persone giuridiche (art. 69 d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

Origine  |X| razziale  |X| etnica
Convinzioni  |X| religiose  |X| d´altro genere
Convinzioni  |X| politiche  |X| sindacali
Stato di salute  |X| patologie attuali  |X| terapie in corso
Vita sessuale  |X| (soltanto in caso di eventuale rettificazione di attribuzione di sesso)
Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate
  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): comunicazione, diffusione (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): Ministero economia e finanze nel caso in cui l´ente svolga funzioni di centro assistenza fiscale (ai sensi dell´art. 17 del d.m. 31.05.1999, n.164 e nel rispetto dell´art. 12 bis del d.P.R. 29.09.1973, n. 600)   e al Ministero dell´Interno per l´anagrafe degli amministratori locali (ex art. 76 d.lg. n. 267/2000);

 Diffusione (specificare l´ambito ed indicare l´eventuale base normativa):   pubblicazione all´albo pretorio delle decisioni in materia di candidabilità (d.lg. n. 267/2000); anagrafe degli amministratori locali (d.lg. n. 267/2000)


Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Al fine di valutare eventuali cause ostative alla candidatura dei singoli soggetti, così come per la pronuncia di decadenza di diritto (preventiva o successiva) dall´incarico, vengono acquisiti i dati giudiziari dalla Procura della Repubblica, dall´Ufficio elettorale centrale presso il Tribunale, dalla Prefettura e dal Ministero dell´Interno. Le decisioni in materia di candidabilità, contenenti in particolare la sigla politica di appartenenza dell´interessato, vengono pubblicate all´albo pretorio. Oltre alle informazioni di carattere politico, sindacale, religioso  e di altro genere, il comune tratta i dati sanitari degli organi istituzionali al fine di verificare la loro partecipazione alle attività dell´ente. I dati vengono diffusi nei casi previsti dalla normativa in vigore (pubblicazione all´albo pretorio delle decisioni in materia di candidabilità ai sensi d.lg. n. 267/2000; pubblicità dell´anagrafe degli amministratori locali ai sensi del citato d.lg. n. 267/2000). Con riferimento alla nomina del difensore civico, la valutazione del dato politico e giudiziario, in relazione alla presentazione dei curricula, avviene sia a livello politico (da parte dei gruppi consiliari e dei relativi uffici di supporto), sia a livello amministrativo (da parte degli organi del comune, deputati all´istruttoria e alla verifica dei requisiti soggettivi e oggettivi). Il trattamento è altresì finalizzato all´accertamento dei requisiti di professionalità ed onorabilità dei candidati alle nomine presso enti, aziende e istituzioni. Le informazioni sulla vita sessuale possono desumersi unicamente in caso di rettificazione di attribuzione di sesso.

 

Scheda n. 33


Denominazione del trattamento
Attività politica, di indirizzo e di controllo, sindacato ispettivo e documentazione dell´attività istituzionale degli organi comunali

Fonte normativa  (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 18.08.2000, n. 267;  statuto e regolamento comunale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Attività di controllo, di indirizzo politico e di sindacato ispettivo e documentazione dell´attività istituzionale di organi pubblici (artt. 65, comma 1, lett. b) e 4, e 67, comma 1, lett. b), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine

 |X| razziale  |X| etnica  

  Convinzioni

 |X| religiose  |X| filosofiche  |X| d´altro genere

  Convinzioni

 |X| politiche  |X| sindacali

  Stato di salute

 |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| anamnesi familiare
   Vita sessuale  |X|

   Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)  |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X| presso gli interessati  |X| presso terzi
  Elaborazione:  |X| in forma cartacea  |X| con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): comunicazione e diffusione (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): amministrazioni interessate o coinvolte nelle questioni oggetto dell´attività politica, di controllo e di sindacato ispettivo

 Diffusione (specificare l´ambito ed indicare l´eventuale base normativa): limitatamente ai dati indispensabili ad assicurare la pubblicità dei lavori dei consigli comunali, delle commissioni e degli altri organi comunali (d.lg. n. 267/2000)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Nell´ambito delle proprie prerogative, i consiglieri comunali possono formulare atti sia di indirizzo politico (quali mozioni, ordini del giorno e risoluzioni), sia di sindacato ispettivo (presentando interrogazioni ed interpellanze alla Giunta comunale), secondo le modalità stabilite dallo Statuto dal regolamento interno del Consiglio comunale. Le predette attività possono comportare il trattamento di dati sensibili e giudiziari riguardanti le persone oggetto di mozioni, ordini del giorno, risoluzioni, interrogazioni o interpellanze. Queste informazioni, eccetto quelle  idonee a rivelare lo stato di salute, possono inoltre essere diffuse ai sensi  del d.lg. n. 267/200 in ottemperanza al regime di pubblicità degli atti e delle sedute dei consigli comunali, delle commissioni e degli altri organi comunali (art. 65, comma 5, d.lg. n. 196/2003).

 

Scheda n. 34


Denominazione del trattamento
Attività del difensore civico comunale

Fonte normativa   (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 5.02.1992, n. 104; d.lg. 18.08.2000, n. 267 (art. 11);  legge regionale; statuto e regolamento provinciale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Attività dei difensori civici locali (art. 73, comma 2, lett. l), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale  |X| etnica          
  Convinzioni  |X| religiose,  |X| filosofiche,  |X| d´altro genere        
  Convinzioni  |X| politiche,  |X| sindacali          
  Stato di salute  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| anamnesi familiare
  Vita sessuale  |X|
  Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)  |X|

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni indispensabili rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "ordinarie" quali la registrazione, la conservazione, la cancellazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): comunicazione (come di seguito individuate)

 

Particolari forme di elaborazione

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa):  pubbliche amministrazioni, enti e soggetti privati, gestori o concessionari di pubblico servizio interessati o coinvolti nell´attività istruttoria (l. n. 104/1992; d.lg. n. 267/2000)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati vengono raccolti, sia dall´interessato, sia da terzi, al fine di attivare interventi di difesa civica a
 seguito di istanza dei cittadini o di propria iniziativa, in riferimento a provvedimenti, atti, fatti, omissioni, ritardi o irregolarità compiuti da uffici e servizi dell´amministrazione provinciale. I dati utilizzati possono essere comunicati a pubbliche amministrazioni, enti e soggetti privati, gestori o concessionari di pubblico servizio interessati o coinvolti nell´attività istruttoria.

 

Scheda n. 35


Denominazione del trattamento
Attività riguardante gli istituti di democrazia diretta

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 18.08.2000, n. 267;  statuto e regolamento comunale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Esercizio dell´iniziativa popolare, richieste di referendum e presentazione di petizioni, verifica della relativa regolarità  (art. 65, comma 2, lett. b), e d), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale    |X| etnica    
  Convinzioni     |X| religiose,  |X| filosofiche,  |X| d´altro genere
  Convinzioni     |X| politiche,  |X| sindacali  

 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

 Raccolta:  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
 Elaborazione:    |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati sensibili possono essere trattati nell´ambito delle diverse procedure attivabili per l´iniziativa popolare,
 le richieste di referendum, il deposito di petizioni: dalla natura delle varie richieste possono infatti emergere orientamenti filosofici, religiosi, d´altro genere, politici o sindacali dei relativi sottoscrittori. Il trattamento dei dati di soggetti che presentano petizioni (le quali generalmente recano solo le generalità dell´interessato e la residenza) è meno complesso, in quanto le informazioni personali non sono né certificate, né verificate.