Diritti interna

Doveri interna

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Prefetto

"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività" - Collana Contributi

"Massimario 2002" - Collana Contributi

"Massimario 2003" - Collana Contributi

Massime tratte dai volumi:
"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività"
 | "Massimario 2002" |
"Massimario 2003"
di Fabrizia Garri*, Luigi Pecora, Giuseppe Staglianò
cura editoriale di Maurizio Leante
* co-autore volumi 2002 e 2003

La pubblicazione parziale o integrale delle massime, in qualsiasi formato, è autorizzata a condizione che venga citata la fonte in maniera evidente e contestuale

| Indice generale 1997 - 2003 |


SOGGETTI PUBBLICI > Settori di attività > Prefetto

La legge n. 2359/1865 sull´espropriazione per pubblica utilità, all´art. 16, ai fini dell´esatta determinazione dei beni oggetto del provvedimento ablatorio, prevede l´indicazione di una serie di elementi identificativi, tra cui le generalità dei proprietari dei fondi iscritti nei registri catastali; inoltre, l´art. 72, comma 1, della stessa legge stabilisce che il Prefetto, con lo stesso decreto che autorizza l´occupazione o con decreto successivo, determini provvisoriamente l´indennità da corrispondersi ai proprietari dei beni occupati. Ne consegue che, nell´ipotesi in cui un decreto prefettizio d´occupazione rechi l´indicazione di tali doverosi elementi, il correlativo trattamento di dati è da considerarsi conforme al dettato di cui all´art. 27 della legge n. 675/1996, in quanto effettuato da un soggetto pubblico "per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti".

  • Garante 16 febbraio 1999, in Bollettino n. 7, pag. 51 [doc. web n. 39548]