Diritti interna

Doveri interna

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Richieste referendarie

Voce: Presupposti e modalità del trattamento > Consenso > Esclusione > Richieste referendarie

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1513207
Data:
01/01/04
Tipologia:
Massimario

"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività" - Collana Contributi

"Massimario 2002" - Collana Contributi

"Massimario 2003" - Collana Contributi

Massime tratte dai volumi:
"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività"
 | "Massimario 2002" |
"Massimario 2003"
di Fabrizia Garri*, Luigi Pecora, Giuseppe Staglianò
cura editoriale di Maurizio Leante
* co-autore volumi 2002 e 2003

La pubblicazione parziale o integrale delle massime, in qualsiasi formato, è autorizzata a condizione che venga citata la fonte in maniera evidente e contestuale

| Indice generale 1997 - 2003 |


PRESUPPOSTI E MODALITÀ DEL TRATTAMENTO > Consenso > Esclusione > Richieste referendarie

L´esercizio di un diritto politico non può essere subordinato in alcun modo alla prestazione di un consenso che lo leghi indissolubilmente a forme ulteriori di utilizzazione dei dati dell´elettore; pertanto, la sottoscrizione della richiesta referendaria dev´essere tenuta distinta dal consenso eventualmente richiesto all´interessato per altre utilizzazioni dei dati raccolti (cognome e nome, indirizzo e numero d´iscrizione nelle liste elettorali).

  • Garante 28 luglio 1997, in Bollettino n. 1, pag. 24 [doc. web n. 40057]


La sottoscrizione delle richieste referendarie, costituendo esercizio di un diritto politico fondamentale dell´individuo, non è soggetta a particolari limiti dalla legge n. 675/1996. Di conseguenza, relativamente alle iniziative referendarie ed ai trattamenti di dati personali a ciò finalizzati, non è necessaria alcuna manifestazione di consenso ulteriore rispetto alla sottoscrizione delle richieste referendarie, per la cui validità, ai sensi della legge n. 352/1970, i promotori sono tenuti a raccogliere alcuni specifici dati personali dei sottoscrittori e a darne comunicazione agli organi preposti alla verifica della regolarità delle richieste.

  • Garante 28 luglio 1997, in Bollettino n. 1, pag. 24 [doc. web n. 40057]