Diritti interna

Doveri interna

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Anagrafe e stato civile

Voce: Presupposti e modalità del trattamento > Misure per la sicurezza dei dati e dei sistemi > Anagrafe e stato civile

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1396812
Data:
01/01/04
Tipologia:
Massimario

"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività" - Collana Contributi

"Massimario 2002" - Collana Contributi

"Massimario 2003" - Collana Contributi

Massime tratte dai volumi:
"Massimario 1997 - 2001. I principi affermati dal Garante nei primi cinque anni di attività"
 | "Massimario 2002" |
"Massimario 2003"
di Fabrizia Garri*, Luigi Pecora, Giuseppe Staglianò
cura editoriale di Maurizio Leante
* co-autore volumi 2002 e 2003

La pubblicazione parziale o integrale delle massime, in qualsiasi formato, è autorizzata a condizione che venga citata la fonte in maniera evidente e contestuale

| Indice generale 1997 - 2003 |


PRESUPPOSTI E MODALITÀ DEL TRATTAMENTO > Misure per la sicurezza dei dati e dei sistemi > Anagrafe e stato civile

Il Garante può impartire ad un soggetto pubblico le prescrizioni necessarie a conformare il proprio comportamento alla disciplina posta dalla normativa in materia di protezione dei dati personali, che pone a sua salvaguardia anche sanzioni penali. Ove adempia a dette prescrizioni nei tempi stabiliti dall´Autorità, il soggetto pubblico viene ammesso al pagamento di una somma in misura ridotta rispetto a quella stabilita per ciascun reato. L´adempimento e il pagamento estinguono i reati (nella fattispecie, l´Autorità ha rilevato che un comune: non aveva adottato le misure di sicurezza necessarie ad impedire l´accesso ai dati anagrafici detenuti negli uffici da parte di personale dipendente non autorizzato e del pubblico (documentazione posta in schedari siti in locali a libero accesso, oppure in armadi aperti); non aveva formalmente incaricato del trattamento dei dati i dipendenti dell´ufficio anagrafe, che inoltre non avevano ricevuto le debite istruzioni; non aveva adottato il documento programmatico sulla sicurezza. Ha quindi impartito le prescrizioni atte a ripristinare, entro un breve lasso di tempo, la legalità nel trattamento dei dati).

  • Garante 9 luglio 2003 [doc. web n. 1080345]