Diritti interna

Doveri interna

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

3.8 Attività di documentazione - Relazione 1999 - 3 maggio 2000

Indice

3. Il Garante - Relazione 1999 - 3 maggio 2000

3.8. Attività di documentazione
Come già anticipato nella Relazione per l´anno 1998 (pag. 117), la natura per molti aspetti interdisciplinare dell´attività del Garante rende necessario uno sviluppo qualitativo e quantitativo delle iniziative di documentazione del vasto materiale di diretto interesse dell´Autorità. Un apposito servizio studi e documentazione curerà pertanto questa significativa attività di supporto già avviata nell´Ufficio, e che già costituisce una significativa base di documentazione per i compiti attualmente svolti.

Il rafforzamento del servizio avrà la duplice finalità di fornire servizi interni di supporto al funzionamento dell´Autorità e di porsi come interfaccia con la più vasta platea di cittadini ed operatori interessati a conoscere e approfondire i temi collegati con la privacy.

Per quanto riguarda l´aspetto interno, si effettuerà un monitoraggio costante delle principali fonti di informazione alla ricerca di avvenimenti, osservazioni, proposte, segnalazioni e denunce relativi al tema della riservatezza e degli altri diritti fondamentali della persona, potenziando le analisi già in corso rispetto ai principali quotidiani nazionali ed esteri, a riviste tecniche e scientifiche, a siti Internet, agenzie di stampa e programmi radiotelevisivi.

In riferimento alle reti telematiche, saranno attentamente consultati siti istituzionali italiani e stranieri, delle autorità garanti di altri Paesi, delle principali organizzazioni ed associazioni per la difesa di diritti e libertà civili, dei principali operatori in ambito informatico e telematico, nonché altri siti che comunque si interessano ai vari aspetti relativi alla privacy. Saranno seguiti anche i gruppi più rappresentativi di discussione e liste che trattano problemi tecnici collegati con lo sviluppo delle tecnologie.

Uno dei risultati di questa attività di monitoraggio sarà la redazione di rapporti monografici su argomenti esplicitamente richiesti all´interno dell´Ufficio, anche da funzionari ai fini dello svolgimento di attività istituzionali (formulazione di proposte o pareri, partecipazione a convegni o ad attività esterne), oppure finalizzati a richiamare l´attenzione dell´Ufficio stesso su tematiche emergenti, soprattutto come conseguenza dell´evoluzione tecnologica.

Per quanto riguarda la proiezione esterna di tale attività, essa potrà concretizzarsi anche nella fornitura di materiale documentale e di indicazioni bibliografiche soprattutto a ricercatori, studiosi, dottorandi e laureandi, interessati ad approfondire le tematiche rientranti nel variegato tema della protezione dei dati personali (aspetto, questo già avviato in risposta a qualificate richieste esterne di documentazione). La base documentale formata nei primi tre anni di attività dell´Ufficio, insieme ai documenti in materia di privacy in fase di organizzazione e classificazione, saranno infine resi di dominio pubblico anche attraverso il sito web del Garante.

L´intera attività, compresa quella descritta nel successivo paragrafo, sarà anche rivolta ad una costante informazione delle amministrazioni pubbliche, del settore privato e dell´opinione pubblica sui problemi legati agli sviluppi delle tecnologie dell´informazione e della comunicazione.

 

3.8.1. Servizio studi e documentazione
L´attività propria di un servizio studi e documentazione riceverà il necessario potenziamento con l´agibilità della nuova sede dell´Ufficio di Piazza Monte Citorio, nella quale locali adeguati verranno attrezzati per supportare una attrezzata biblioteca e una emeroteca (v. paragrafo 3.8.1), dotate di postazioni Internet, nonché di altri strumenti informatici e telematici necessari per l´attività di ricerca.

L´approccio multidisciplinare costituirà la base di un progetto che si vuole aperto e dialogante con le altre istituzioni e gli istituti di ricerca italiani e stranieri.

Un comitato scientifico composto da eminenti personalità provenienti soprattutto dal mondo accademico, sulla scorta dell´esperienza di altre autorità, potrà offrire un valido contributo per individuare i temi ed i problemi con i quali l´Ufficio sarà chiamato a confrontarsi negli anni a venire, segnatamente in ragione del continuo evolversi degli scenari giuridici e culturali della Società dell´Informazione.

Il servizio si articolerà nelle aree delle risorse informative (anche in riferimento alla gestione della biblioteca e delle sue infrastrutture), della ricerca e della produzione editoriale.

La biblioteca raccoglierà testi ordinariamente utilizzati e specialistici; comprenderà una sala di lettura con postazioni multimediali aperta anche ad un pubblico selezionato di ricercatori interessati a svolgere ricerche sulla privacy. Sarà previsto l´accesso alle principali base dati pubbliche e private, italiane e straniere, così da consentire l´utilizzo di un insieme di servizi in rete ad alto valore aggiunto (il catalogo completo della biblioteca verrà reso disponibile sul sito web del Garante).

Nella cooperazione con l´esterno per il reperimento di testi e documenti, verrà prestata attenzione ai collegamenti esterni attraverso la creazione di contatti con altre biblioteche pubbliche e private, con istituzioni italiane e straniere e con autorità di garanzia di altri Paesi.

La ricerca organizzerà settori di produzione informativa interna:

  • base dati delle rassegne stampa italiane e straniere, con l´analisi e la classificazione del materiale schedato e indicizzato nelle rassegne stampa diffuse quotidianamente sulla rete interna del Garante;
  • preparazione di raccolte mirate di articoli e di altro materiale documentale (selezioni tematiche e schede bibliografiche);
  • report periodici sugli aggiornamenti tecnologici nei settori di interesse del Garante;
  • raccolta del materiale normativo e bibliografico necessario per gli strumenti di aggiornamento quali il Notiziario mensile;
  • dossier di studio tematici e monografie relativi a materie o ambiti di interesse del Garante;
  • ricerche in campi nei quali è più carente l´elaborazione dottrinale e scientifica, anche in collaborazione con istituzioni di ricerca italiane e straniere.

L´area editoriale organizzerà la produzione informativa esterna. Verrà curato l´iter di pubblicazione degli atti di convegni e seminari del Garante e di eventuali altre iniziative, nonché quello di Quaderni periodici dell´Autorità aperti a collaboratori esterni. La loro finalità è quella di raccogliere contributi di provenienza diversa su singoli temi in modo da evidenziare il rapporto complesso e anche controverso tra le nuove strutture della società dell´informazione e la privacy.