Diritti interna

Diritti - Come tutelare i tuoi dati

Doveri interna

Doveri - Come trattare correttamente i dati

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari dei comuni - Schede da n. 16 a n. 20 [1176204]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1176204
Data:
19/09/05
Argomenti:
Dati giudiziari , Particolari categorie di dati , Pubblica Amministrazione , Enti locali

 

[doc. web n. 1176204]

 Parere 21 settembre 2005
doc. web n. 1170239

Schema tipo di regolamento
doc. web n. 1174532

Schede 1-56-1011-1521-2526-3031-35

cfr. Provvedimento 30 giugno 2005
doc. web n. 1144445

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari dei comuni - Schede da n. 16 a n. 20

 

Scheda n. 16


Denominazione del trattamento
Servizi sociali - Attività di sostegno delle persone bisognose o non autosufficienti in materia di servizio pubblico di trasporto

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 5.02.1992, n. 104; l. 8.11.2000, n. 328; leggi regionali

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Interventi anche di rilievo sanitario in favore di soggetti bisognosi o non autosufficienti o incapaci, ivi compresi i servizi di assistenza economica o domiciliare, di telesoccorso, accompagnamento e trasporto (art. 73, comma 1, lett. b), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Stato di salute:  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi 
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): interconnessioni e raffronti; comunicazioni (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessione e raffronti di dati:

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): enti, imprese o associazioni convenzionati che gestiscono il servizio di trasporto (per garantire l´erogazione del servizio)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati vengono forniti dall´interessato, ovvero dai suoi tutori o dai suoi curatori, i quali presentano un´apposita istanza corredata della necessaria documentazione sanitaria. Alcune informazioni possono essere acquisite anche dalla ASL in quanto i comuni, d´intesa con le aziende unità sanitarie locali, possono predisporre su richiesta dell´interessato, un progetto individuale di integrazione e sostegno sociale. I dati vengono comunicati all´ente, all´ impresa o all´associazione che effettua il servizio di  trasporto. Vengono effettuate interconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni sono finalizzate esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000.

 

Scheda n. 17


Denominazione del trattamento
Servizi sociali - Attività relativa alla prevenzione ed al sostegno alle persone tossicodipendenti ed alle loro famiglie tramite centri di ascolto (per sostegno) e centri documentali (per prevenzione)

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.P.R. 9.10.1990, n. 309 (artt. 3 e ss.);  l. 8.11.2000, n. 328

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Prevenzione, cura e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza (art. 86, comma 1, lett. b), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Stato di salute:  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| anamnesi familiare
  Vita sessuale  |X|      
  Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)   |X| 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): |X| comunicazioni (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa):  ASL (poiché gli interventi del comune devono essere concertati con le predette strutture sanitarie)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Nella rilevazione delle condizioni della persona interessata possono venire in evidenza – oltre ai dati sulla salute – anche le  informazioni sulla sfera sessuale e i dati di carattere giudiziario. Le informazioni, raccolte sia presso l´interessato, sia presso ASL e soggetti privati operanti nel settore del sostegno sociale (comunità terapeutiche) vengono gestite dai servizi sociali; è prevista unicamente la comunicazione alle ASL per concertare gli interventi.

 

Scheda n. 18


Denominazione del trattamento
Servizi sociali - Attività relativa ai servizi di sostegno e sostituzione al nucleo familiare e alle pratiche di affido e di adozione dei minori

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
Codice civile (artt. 400-413); d.P.R. 24.07.1977, n. 616; l. 4.05.1983, n. 184; l. 8.11.2000, n. 328; l. 28.3.2001, n. 149 (art. 40); leggi regionali e regolamenti comunali

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Assistenza nei confronti di minori, anche in relazione a vicende giudiziarie (art. 73, comma 1, lett. c), d.lg. n. 196/2003); vigilanza per affidamenti temporanei e indagini psico-sociali relative a provvedimenti di adozione anche internazionale (art. 73, comma 1, lett. e)d), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale  |X| etnica     
  Convinzioni  |X| religiose       
  Stato di salute:  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| anamnesi familiare
  Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)  |X| 

 Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:   |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): interconnessioni e raffronti, comunicazioni (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessione e raffronti di dati:

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa):

a) Autorità giudiziaria (Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori e Tribunale dei minori per ottenere l´assenso al procedimento);

b) Regioni (per aggiornare la banca dati minori dichiarati adottabili)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Gli esiti dell´indagine, relativa allo stato di abbandono o di adattabilità del minore, svolta dal Comune o dalla ASL, sono comunicati al Tribunale dei minori e, in caso di affidamento, al giudice tutelare, nonché alle regioni al fine di procedere all´aggiornamento della banca dati dei minori adottabili (D.M. n. 91/2004). I dati così raccolti confluiscono, quindi, nel provvedimento emanato dall´Autorità giudiziaria. Inoltre, nell´ambito della ricerca della famiglia affidataria, possono essere valutati anche specifici precedenti giudiziari, nonché le convinzioni di carattere religioso. Vengono effettuate interconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni sono finalizzate esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000.

 

Scheda n. 19


Denominazione del trattamento
Servizi sociali - Attività relativa ai trattamenti sanitari obbligatori (T.S.O.) ed all´assistenza sanitaria obbligatoria (A.S.O.)

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 13.05.1978, n. 180; l. 23.12.1978, n. 833

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Interventi di rilievo sanitario  (art. 73, comma 1, lett. b), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Stato di salute:  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| anamnesi familiare
  Dati di carattere giudiziario   (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) |X| 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|    presso gli interessati  |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): |X| comunicazioni (come di seguito individuate)


Particolari forme di elaborazione

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa):

a) sindaco della città di residenza (per effettuare le annotazioni di legge);

b) giudice tutelare ed, eventualmente, sindaco del comune di residenza, nonché al Ministero dell´interno, e al consolato competente, tramite il prefetto nel caso di cittadini stranieri o di apolidi (per la convalida del provvedimento);

c) luoghi di ricovero (per l´effettuazione della prestazione)

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
I dati vengono acquisiti sia mediante la certificazione medica trasmessa dal servizio di igiene mentale sia tramite comunicazioni di soggetti terzi (Polizia municipale, Forze di polizia); in seguito alla redazione dell´ordinanza, viene individuato il luogo di ricovero del paziente ed inviata l´opportuna comunicazione al giudice tutelare per la convalida del provvedimento, di cui ne viene altresì data comunicazione al sindaco della città di residenza dell´interessato, che procede ad eseguire le annotazioni di legge nel registro anagrafico ovvero al Ministero dell´interno, e al consolato competente, tramite il prefetto nel caso di cittadini stranieri o di apolidi.

 

Scheda n. 20


Denominazione del trattamento
Servizi sociali -  Attività relative alla concessione di benefici economici, ivi comprese le assegnazioni di alloggi di edilizia residenziale pubblica e le esenzioni di carattere tributario

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 15.02.1980, n. 25; d.lg. 30.12.1992, n. 504; d.lg. 25.07.1998 n. 286 (art. 40); l. 9.12.1998, n. 431  (art. 11, c. 8); d.lg. 30.12.1992, n. 504; d.lg. 15.11.1993, n. 507; leggi regionali, regolamento comunale

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Attività dirette all´applicazione, anche tramite concessionari, delle disposizioni in materia di tributi (art. 66 d.lg. n. 196/2003); concessione, liquidazione, modifica e revoca di benefici economici, agevolazioni, elargizioni, altri emolumenti ed abilitazioni (art. 68, d.lg. n. 196/2003); assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (art. 73, comma 2, lett. d), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati (barrare le caselle corrispondenti)

  Origine  |X| razziale  |X| etnica    
  Stato di salute:  |X| patologie attuali  |X| patologie pregresse  |X| terapie in corso  |X| relativi ai familiari dell´interessato
  Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)  |X| 

Operazioni eseguite (barrare le caselle corrispondenti)

Trattamento "ordinario" dei dati

  Raccolta:  |X|    presso gli interessati   |X|  presso terzi
  Elaborazione:  |X|    in forma cartacea  |X|  con modalità informatizzate

  Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge (specificare): interconnessioni e raffronti, comunicazioni, diffusione (come di seguito individuate)

Particolari forme di elaborazione

 Interconnessione e raffronti di dati:

|X| con altri soggetti pubblici o privati (specificare quali ed indicare la base normativa): amministrazioni certificanti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000

 Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità (specificare ed indicare l´eventuale base normativa): all´ente gestore degli alloggi (per la relativa assegnazione)

 Diffusione (specificare l´ambito ed indicare l´eventuale base normativa): |X| pubblicazione delle delibere ai sensi del d.P.R. n. 118/2000, fermo restando il divieto di diffondere i dati sulla salute ai sensi degli artt. 22, comma 8, e 68, c. 3, del d.lg. n. 196/2003

 

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Con riferimento alle attività relative alla concessione di benefici, all´assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (che comprende anche l´attività di valutazione dei requisiti ai fini dell´eventuale riduzione dei canoni di locazione degli alloggi di proprietà comunale), nonché alle esenzioni di carattere tributario, il trattamento di dati sensibili si rende necessario sia per la concessione o l´assegnazione stesse, sia per la predisposizione delle graduatorie dei beneficiari. Le informazioni relative alla terapia in corso vengono trattate durante la fase istruttoria riguardante l´erogazione di contributi per sostenere l´acquisto di farmaci.  I dati vengono forniti direttamente dagli interessati, che presentano apposita domanda al Comune, oppure da terzi (anagrafe, autorità giudiziaria, ASL, provincia, altri servizi comunali, i quali effettuano dei servizi di sostegno in favore dell´utente che versa in stato di indigenza). I dati vengono comunicati, in particolare, all´ente gestore degli alloggi che procede alla relativa assegnazione. Vengono, inoltre, effettuate interconnessioni e raffronti con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni sono finalizzate esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000. Con riferimento alle attività relative alla concessione di benefici, sia in campo sociale che nel campo dello sviluppo economico, il trattamento dei dati si rende necessario sia per la concessione o l´assegnazione degli stessi, sia per la predisposizione delle graduatorie, che vengono rese pubbliche ove previsto dalla relativa normativa, fermo restando il divieto di diffondere i dati sulla salute ai sensi degli artt. 22, comma 8, e 68, comma 3, del d.lg. n. 196/2003.