Salta al contenuto

DIRITTI E PREVENZIONE > COME TUTELARE LA TUA PRIVACY

ricerca avanzata

Consultazione pubblica volta ad individuare modalità semplificate per l’informativa di cui all’art. 13, comma 3, del Codice

(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 295 del 19 dicembre 2012)

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
2139697
Data:
22/11/12
Argomenti:
Cookies , Profilazione , Misure di sicurezza , Marketing , Dati telefonici e telematici , Provider
Tipologia:
Consultazione pubblica

VEDI ANCHE: provv. dell'8 maggio 2014 e comunicato stampa del 4 giugno 2014

 

[doc. web n. 2139697]

[FAQ]

 

Avvio di una consultazione pubblica ai sensi dell'art. 122 volta ad individuare modalità semplificate per l'informativa di cui all'art. 13, comma 3, del Codice in materia di protezione dei dati personali - 22 novembre 2012
(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 295 del 19 dicembre 2012)

Registro dei provvedimenti
n. 359 del 22 novembre 2012

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vice presidente, della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano, componenti e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;

VISTA la direttiva 2002/58/Ce del 12 luglio 2002, del Parlamento europeo e del Consiglio, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche (direttiva relativa alla vita privata e alle comunicazioni elettroniche);

VISTA la direttiva 2009/136/Ce del 25 novembre 2009, del Parlamento europeo e del Consiglio, recante modifica della direttiva 2002/22/Ce relativa al servizio universale e ai diritti degli utenti in  materia di reti e di servizi di comunicazione elettronica, della direttiva 2002/58/Ce relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche e del regolamento (CE) n. 2006/2004 sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa a tutela dei consumatori;

VISTO il decreto legislativo 28 maggio 2012, n. 69 "Modifiche al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante codice in materia di protezione dei dati personali in attuazione delle direttive 2009/136/CE, in materia di trattamento dei dati personali e tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche, e 2009/140/CE in materia di reti e servizi di comunicazione elettronica e del regolamento (CE) n. 2006/2004 sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa a tutela dei consumatori" (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 31 maggio 2012 n. 126);

VISTO il Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196, di seguito "Codice") e, in particolare, l'art. 122, comma 1, ai sensi del quale il Garante, ai fini della determinazione delle modalità semplificate per l'informativa di cui all'art. 13, comma 3, "tiene anche conto delle proposte formulate dalle associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale dei consumatori e delle categorie economiche coinvolte, anche allo scopo di garantire l'utilizzo di metodologie che assicurino l'effettiva consapevolezza del contraente o dell'utente";

RILEVATA pertanto l'opportunità di avviare, a tal fine, una consultazione pubblica volta a consentire al Garante di acquisire le proposte che le predette "associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale dei consumatori e delle categorie economiche coinvolte" vorranno presentare all'Autorità;

RITENUTO, inoltre, utile riservarsi di valutare anche gli eventuali contributi che verranno fatti pervenire all'Autorità da Università e centri di ricerca;

VISTE le osservazioni dell'Ufficio, formulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento n. 1/2000;

RELATORE il dr. Antonello Soro;

DELIBERA

ai sensi dell'art. 122, comma 1, del Codice, di avviare una consultazione pubblica volta a individuare le modalità semplificate per l'informativa di cui all'art. 13, comma 3, del Codice e ad acquisire le proposte al riguardo delle "associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale dei consumatori e delle categorie economiche coinvolte".

L'Autorità si riserva altresì di valutare i contributi che dovessero pervenire da parte di altri soggetti qualificati, con particolare riferimento a Università e centri di ricerca.

Tali proposte potranno pervenire, entro il termine di 90 giorni dalla pubblicazione della presente deliberazione, all'indirizzo dell'Autorità di Piazza di Monte Citorio n. 121, 00186 Roma, ovvero al seguente indirizzo di posta elettronica:

consultazionecookie@gpdp.it

La presente deliberazione verrà pubblicata sul sito web del Garante www.gpdp.it e sarà trasmessa al Ministero della giustizia ai fini della sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana a cura dell'Ufficio pubblicazione leggi e decreti.

Roma, 22 novembre 2012

IL PRESIDENTE
Soro

IL RELATORE
Soro

IL SEGRETARIO GENERALE
Busia